Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

19 luglio 2005

RISPOSTA DELLA COMMISSIONE BICAMERALE PER L'INFANZIA ALLA RICHIESTA DI CHIARIMENTO DELLE INFORMAZIONI APPARSE NELL'INTERVISTA AL GIORNALE ON LINE VITA.IT

 

Di seguito riportiamo la risposta della Commissione Bicamerale per l’Infanzia alla nostra richiesta di chiarimenti sul perché la missione parlamentare, prevista nel mese di luglio 2005, è stata rimandata al mese di settembre.
Abbiamo inoltre ribadito l’urgenza di svolgere al piú presto tutti i passi istituzionali necessari, in nome del bene dei bambini e ragazzi in attesa.

RISPOSTA COMMISSIONE BICAMERALE PER L'INFANZIA

Da: Valeria Galardini
Inviato: martedì 19 luglio 2005 17.20

Oggetto: Re: Missione parlamentare in Bielorussia

Care "famiglie",
vi rispondo a nome della presidente Burani Procaccini per informarvi dei fatti intercorsi da quando ci siamo visti a Palazzo San Macuto.

La presidente Burani, insieme all'on. Bolognesi e all'on. Ruzzante, hanno più volte incontrato l'ambasciatore Skripko, che è sembrata una persona competente e disponibile, al quale è stata rappresentata l'enorme difficoltà in cui si trovano molte famiglie italiane a causa del blocco delle adozioni deciso dal governo del Belarus. Tale blocco è intollerabile- a giudizio della Commissione- soprattutto per quei casi in cui l'abbinamento con il bambino è già avvenuto ( il Ministero degli affari esteri, con cui pure sono stati avviati fitti contatti, ci ha detto che si tratta di circa 180 famiglie);il discorso è più articolato, invece, per quanto riguarda il " futuro" delle adozioni in generale, in quanto l'atteggiamento restrittivo nei confronti dell'istituto dell'adozione è purtroppo comune a molti paesi dell'est europeo e ci vorrà sicuramente del tempo e molte iniziative politiche prima di modificarlo. Il tema dei soggiorni temporanei può invece formare oggetto di un pacchetto da ridefinire e precisare nelle sue modalità attuative a breve termine.

La missione era stata concordata per il 19, 20 e 21 luglio e sarebbe stata svolta da una delegazione della Commissione parlamentare per l'infanzia , insieme ad altri parlamentari del gruppo di amicizia Italia- Bielorussia ( quest'ultimo non è una commissione ufficiale della Camera), ad alcuni funzionari del Ministero degli affari esteri e alla presidente della CAI. Dopo un grande entusiasmo iniziale, è stato tuttavia comunicato alla Commissione, sia da parte del MAE che dell'ambasciatore bielorusso, l'opportunità di far precedere la missione politica della Commissione da una missione preparatoria a livello tecnico, al fine di garantire la buona riuscita della missione e l'auspicato esito concreto soprattutto per quanto riguarda le adozioni già abbinate. E' stato impossibile avere ulteriori elementi rispetto a questo orientamento, che è apparso molto fermo; non è rimasto quindi che rinviare la missione a settembre come ci è stato richiesto, nella speranza che la missione tecnica abbia i risultati sperati.

In attesa di poter ricevere ulteriori notizie, invio a voi tutti cordiali saluti

Valeria Galardini
( funzionario responsabile della Commissione parlamentare per l'infanzia)