Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

21 settembre 2005

IL COORDINAMENTO DELLE FAMIGLIE INCONTRA LA COMMISSIONE BICAMERALE PER L’INFANZIA CHE SI STA OCCUPANDO DELLA MISSIONE PARLAMENTARE IN BIELORUSSIA.

 

RESOCONTO DELL’INCONTRO DEL 21 SETTEMBRE 2005 TRA I DELEGATI DEL COORDINAMENTO DELLE FAMIGLIE E LA COMMISSIONE BICAMERALE PER L’INFANZIA

Il 21 settembre 2005 i delegati del Coordinamento famiglie (Ciani, Giammarco, Marinangeli, Meoli, Perinelli, Risi, Simonetti), a seguito della richiesta di incontro che accompagnava il documento di indirizzo fatto pervenire lo scorso 5 settembre, hanno partecipato ad un’audizione informale presso la Commissione Bicamerale per l’Infanzia.

Erano presenti i componenti parlamentari della delegazione in partenza per la Bielorussia: per la Commissione Bicamerale, la Presidente, On. Burani Procaccini, i membri, Onorevoli Bolognesi, Mazzucca, Rotondo, Valpiana, Rollandin, il funzionario Capo della Segreteria Dott.ssa Galardini e l’On. Ruzzante.

In apertura di riunione i delegati del Coordinamento famiglie hanno consegnato ai componenti della delegazione parlamentare una dettagliata memoria di 25 pagine sugli avvenimenti dell’ultimo anno, che riportava nuovamente le linee di indirizzo delle famiglie per la delegazione in partenza.

I componenti della Commissione, come organismo parlamentare e pertanto espressione del popolo italiano, hanno rimarcato che la partenza per la Bielorussia avverrà dietro mandato delle centinaia di famiglie che attendono la riapertura delle adozioni in quel Paese. Pertanto è stato chiesto ai delegati di esporre i principali punti che richiedono di trattare nel corso della missione.

I delegati del Coordinamento hanno premesso che le centinaia di famiglie sentono la missione parlamentare come urgente, chiedono che sia risolutiva del problema in atto e che sia svolta con la piena partecipazione e coordinamento con il Ministero degli Esteri e con la Commissione Adozioni Internazionali.

Hanno quindi esposto le attese sull’esito della missione, di seguito sinteticamente riportate:

  • riapertura delle adozioni;
  • positiva e rapida soluzione per le pratiche giacenti in Bielorussia, con nuove valutazioni delle domande respinte e garanzie sulla validità degli abbinamenti già effettuati per le pratiche non nominative;
  • presa in carico delle pratiche preparate per il 2005, ora giacenti presso gli Enti, e, per recuperare l’anno di fermo trascorso, valutazioni in tempi ragionevoli e possibilmente secondo la normativa vigente al momento in cui sono state preparate;
  • completamento in tempo utile delle procedure di adozione di ragazzi in procinto di diventare maggiorenni;
  • mantenimento della validità dei certificati di adottabilità acquisiti prima della nuova legge e garanzie che i nuovi criteri per la presenza nella banca dati dei minori adottabili contemplino i casi dei minori in precedenza ricadenti tra gli “adottabili”che hanno un’aspettativa di venire adottati dalle famiglie italiane;
  • ampliamento del numero massimo di adozioni annue concesse all’Italia in precedenza, in considerazione dell’esclusiva riapertura verso il nostro Paese e per recuperare il tempo trascorso per il blocco, con la definizione certa di tale numero negli anni a venire.

L’On. Burani Procaccini ha confermato alle famiglie che la missione partirà in base a dichiarazioni di disponibilità pervenute dalla Bielorussia e confermate dal Ministero degli Esteri.

La missione sarà anche occasione per aprire un confronto sull’ipotesi di affidi prolungati, (con l’occasione sono state ricordate le proposte di legge presentate dalla stessa Commissione Bicamerale in merito ad adozioni internazionali ed affido internazionale).

L’On. Burani Procaccini ha confermato di aver richiesto dallo scorso giugno la partecipazione alla missione parlamentare del Ministro Panocchia in veste di funzionario del Ministero degli Esteri e della Dott.ssa Capponi, come funzionaria della Presidenza del Consiglio.

I delegati della famiglie hanno riferito gli esiti dell’incontro con la Dott.ssa Capponi del 14 settembre, riportando la sua disponibilità alla partenza per la Bielorussia (per la firma del nuovo protocollo sulle adozioni) in tempi brevi, mentre l’On. Burani Procaccini ha informato i delegati che sono in corso contatti con la Direzione del Ministero degli Esteri cui afferisce il Min. Panocchia, per la preparazione della missione anche se non è ancora definita la sua diretta partecipazione.

In merito all’efficacia della missione riguardo a tutte le richieste delle famiglie, i componenti della Commissione hanno avvertito che le intese preliminari avviate non costituiscono di per sé garanzia di buon esito.

L’On. Ruzzante ha però sottolineato come, in presenza di buoni rapporti tra Italia e Bielorussia, confermati dai recenti accordi in materia di trasporti e in materia fiscale, ma soprattutto delle dichiarazioni dello stesso Presidente bielorusso sull’intenzione di riaprire le adozioni esclusivamente verso l’Italia, la missione che si va a compiere nasce sotto buoni auspici.

Ha ricordato inoltre come, essendo la delegazione in partenza l’espressione del più alto livello istituzionale che l’Italia possa inviare, questa costituisce un’opportunità da utilizzare al meglio.

In chiusura dell’incontro, l’On. Burani Procaccini ha informato che le possibili date di svolgimento della missione sono: 3 - 5 ottobre (date per le quali potrebbe esservi la non disponibilità di alcuni partecipanti) oppure 10 – 12 ottobre, esprimendo la ferma intenzione di non andare oltre.

La Commissione è in attesa di conoscere da parte dell’Ambasciata bielorussa quali saranno gli interlocutori che si andranno ad incontrare.

Nella giornata del 22 settembre si svolgeranno, presso la Commissione Parlamentare per l’Infanzia, le audizioni degli Enti autorizzati operanti in Bielorussia.

Roma, 21 settembre 2005
Le famiglie delegate