Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

8 maggio 2006

AGGIORNAMENTO ATTIVITA'

 

AGGIORNAMENTO ATTIVITA'

Notizie CAI

La Dott.ssa Vinci, componente della CAI, raggiunta telefonicamente ci ha riferito le seguenti informazioni:

  • Continuano i contatti con il centro adozioni di Minsk anche se riscontrano un certo imbarazzo per la situazione;
  • Non hanno notizie ufficiali circa la riconferma di Radkov come Ministro dell’Istruzione;
  • Il Ministro (se è ancora lui) non ha risposto alla lettera delle CAI;
  • Non sono riusciti a sapere se si sia svolta una riunione ad altissimo livello, di cui avevano notizia, sulle adozioni con l'Italia, e con quali esiti;
  • Non riscontra alcuna accelerazione sulla conclusione delle pratiche;
  • A detta della Dott.ssa Vinci la Dott.ssa Capponi non ritiene utile una riunione Enti / CAI / Coordinamento famiglie, perché non ci sarebbero azioni concrete da fare, ritiene anche che la missione (promossa dallo stesso Ministero degli Affari Esteri, il 24 marzo u.s.) in questo momento abbia poco senso.

Quadro complessivo

Le informazioni raccolte nelle ultime settimane, attraverso le famiglie aderenti al Coordinamento, ci danno questo quadro:

  • Domande sospese (art. 30 del nuovo protocollo)
    • - Adozioni effettuate.
      • 25 gennaio 2006: 1 adozione Regione di Brest (ente Alfabeto);
      • 17 aprile: 3 adozioni (fratellini) Regione di Vitebsk (ente ex NAAA);
      • 26 aprile: 1 adozione Regione di Vitebsk (ente Bambini di Chernobyl).
    • - Altre udienze previste:
      • 16 maggio 2006.
    • - Risulterebbero essere state respinte 59 domande (secondo varie fonti, ma la CAI non ne fa cenno) e sono ignoti i tempi di esame delle restanti.
  • Nessun approccio in essere per definire tempi e modi per il deposito delle nuove domande di adozione.
  • Gli enti non accettano ancora nuovi incarichi per la Bielorussia.

Per cercare di far fronte quanto meno alla deresponsabilizzazione dei livelli tecnici italiani e cercare comunque di far avere alla Bielorussia il messaggio di un costante ed acuto interesse delle famiglie italiane riguardo alle adozioni dei bambini senza famiglia, abbiamo intrapreso le seguenti iniziative, a cui vi invitiamo a partecipare attivamente.

  1. Campagne di sensibilizzazione (spedizione di fax ed email sia dal Coordinamento che da tutte le singole famiglie):
    1. lettera a senatori/deputati – ma anche specifica per coloro con cui abbiamo in precedenza avviato dei contatti – secondo un formato che a breve vi invieremo e pubblicheremo sul sito;
    2. lettera alla CAI / MAE secondo un formato che a breve vi invieremo e pubblicheremo sul sito.
  2. Intervento delle famiglie verso la Bielorussia. Abbiamo ipotizzato di colmare il vuoto istituzionale con una iniziativa particolarmente delicata: indirizzare una garbata lettera al Presidente della Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, in cui facciamo presente l’aspetto umano della nostra vicenda e gli chiediamo un cenno di comprensione. A breve riceverete la bozza che vi proporremo di sottoscrivere, inviandoci una mail con la vostra autorizzazione a firmarla anche col vostro nome.
  3. Iniziative sull’affido internazionale
    1. prima delle elezioni si è costituito un gruppo di lavoro che ha posto le basi per una veloce ripresa del tema dell’affido internazionale col nuovo Governo. Le iniziative verranno via via documentate.
    2. il 18/5 alle 18.00 si terrà un incontro, presso il Centro Congressi Bastianelli, via Ognibene 23 (IFO S. Raffaele, tra la via Cristoforo Colombo ed il G.R.A.), concordato tra un gruppo di famiglie (esterne al Coordinamento) e la Presidente della XI Commissione Permanente Servizi Sociali della Regione Lazio, Maria Antonietta Grosso.
      L'Ordine del Giorno è il seguente:
      - adozioni internazionali: come riprodurre il caso della Regione Piemonte, divenuta Ente autorizzato alle adozioni internazionali;
      - affido internazionale: come portare velocemente all'approvazione le proposte in avanzato stadio di approvazione.
      A seconda del numero di partecipanti sarà possibile prevedere la partecipazione di alcuni parlamentari.
      Questo incontro sarà propedeutico a definire bene le esigenze e le richieste delle famiglie e portarle all'attenzione di tutti i parlamentari in una successiva riunione di definizione degli obiettivi.
      E’ auspicabile una partecipazione estesa (anche a persone provenienti da tutta Italia) allo scopo di assicurarsi fin da subito la presenza di rappresentanti del nuovo parlamento.
      Organizza il tutto una nostra "simpatizzante", Tiziana Gentile. I suoi recapiti sono: 348/9010842 - 339/2837739 - 06/5515850.

Le famiglie delegate
Per il Coordinamento delle famiglie adottanti in Bielorussia