Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

23 novembre 2006

APPELLO PER UN NATALE IN ITALIA PER TUTTI I BAMBINI E PER LA RIPRESA URGENTE DELLA TRATTATIVA SULLE ADOZIONI

 

APPELLO PER UN NATALE IN ITALIA PER TUTTI I BAMBINI E PER LA RIPRESA URGENTE DELLA TRATTATIVA SULLE ADOZIONI

La delusione delle famiglie italiane, nell’apprendere dell’annullamento della missione, prevista per il 22 novembre scorso, che avrebbe dovuto ridefinire i rapporti tra Italia e Bielorussia è stata grande e non è ancora sopita.
Nonostante l’annullamento, il Governo Italiano si è detto pronto a svolgere la missione in Bielorussia in qualsiasi momento, su invito del Governo Bielorusso, e tale disponibilità è stata ancora oggi riconfermata alla parte bielorussa. La stessa Bielorussia auspica di poter riprendere a breve le trattative bruscamente interrotte.

Il benessere dei bambini richiede che questi passi di avvicinamento si compiano e al più presto.

E, perchè siano salvaguardati i diritti di TUTTI i bambini, senza esclusione alcuna, le famiglie italiane in attesa di adozione sono pronte a dare al Governo Bielorusso le garanzie che verranno concordate insieme con il Governo Italiano.
Siamo anche certi che quelle stesse garanzie siano pronte a darle le altre famiglie che ospitano i bambini provenienti da internato e da casa famiglia, così come ha già fatto chi ospita i bambini provenienti da una famiglia bielorussa.

Riteniamo indispensabile ed urgente che sia chiarito se i documenti in preparazione in Bielorussia, da parte delle associazioni locali, come annunciato ieri dall’Ambasciata bielorussa, riguardino tutti i bambini, di famiglia come di internato e casa famiglia, compresi i circa 600 in attesa di adozione.

Non potremo mai accettare una discriminazione rivolta solo contro i bambini che già sulla loro pelle hanno vissuto un abbandono e che, in questo momento, davanti alla comunicazione dei direttori degli internat che solo loro non verranno in Italia, hanno potuto reagire opponendo soltanto la fragile forza delle loro lacrime ad una tale incomprensibile ingiustizia!

Perché NESSUNO sia escluso, chiediamo con forza che TUTTI i bambini possano tornare in Italia nel periodo natalizio.

Inoltre, ci aspettiamo che, a fronte della garanzia che le famiglie sono pronte a dare, sia fissata a brevissimo termine ed in maniera impegnativa la data della riapertura del confronto sulle adozioni, in uno spirito di collaborazione umanitaria che non può e non deve mai essere dimenticato, soprattutto quando si parla di bambini abbandonati o in precario stato di salute.

Le famiglie delegate
del Coordinamento famiglie adottanti in Bielorussia