Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

18 dicembre 2006

RESOCONTO DELL'INCONTRO CON L'AMBASCIATORE SHRIPKO

 

RESOCONTO DELL’INCONTRO CON L'AMBASCIATORE SHRIPKO
18 DICEMBRE 2006

I rappresentanti del Coordinamento hanno incontrato oggi l’ambasciatore di Bielorussia. Nel corso dell’incontro l’ambasciatore Skripko ha comunicato che attualmente in Bielorussia sono in corso attività per la preparazione di un documento preliminare per l’organizzazione della missione prevista per il 23 novembre e successivamente annullata. Tale documento, che dovrebbe costituire la base dell’accordo per le garanzie, verrà poi scambiato con il governo italiano ma ancora non sono noti i tempi per l’effettiva riorganizzazione dell’incontro.

Per quanto riguarda la mancata venuta dei bambini per questo periodo natalizio, l’ambasciatore ha detto che, per le famiglie che decideranno di recarsi in Bielorussia, i contatti con i bambini verranno agevolati anche se non è chiaro se i bambini potranno rimanere con le famiglie durante tutta la durata del loro soggiorno, ha inoltre detto di segnalargli eventuali problemi in merito.

Per quanto riguarda le adozioni, è stato ribadito dalle famiglie delegate l’inadempienza da parte bielorussa sulle date previste dal protocollo del dicembre 2005, e la forte chiusura burocratica delle istituzioni bielorusse che dovevano esaminare le pratiche di adozione che non hanno tenuto minimamente conto della volontà dei bambini. Dall’analisi delle situazioni venutesi a creare relativamente alle 150 pratiche di adozione presenti in Bielorussia e relativamente al loro esito, è scaturita l’assoluta inadeguatezza del protocollo vigente relativamente a tali pratiche e a quelle in attesa presso gli enti in Italia (pratiche, ricordiamo, in giacenza da prima dell’entrata in vigore della nuova legge bielorussa sulle adozioni).

Abbiamo quindi richiesto che venga assolutamente considerata l’ipotesi di una sanatoria, per risolvere il problema della adozioni (600) in attesa ormai da diversi anni. La sanatoria avrebbe lo scopo di eliminare lo scarico di responsabilità che ad oggi ha prodotto il grande numero di dinieghi condannando così quei bambini bielorussi ad un ulteriore abbandono.

L’ambasciatore conferma che da parte bielorussa c’è volontà di dialogo e collaborazione con l’Italia.

Le famiglie delegate

per il Coordinamento delle famiglie adottanti in Bielorussia