Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 


COMUNICATI
DI
SUPPORTO
10 Aprile 2008


 

COMUNICATI DI SUPPORTO

Il Coordinamento famiglie adottanti intende ringraziare tutti i candidati che hanno risposto alla nostra richiesta di supporto e di richiesta di un impegno durante questa campagna elettorale.

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Politiche 2008

Roma 10 aprile 2008

ELEZIONI: L’IMPEGNO DEL PD PER LE ADOZIONI NAZIONALE E INTERNAZIONALI

Tra gli impegni che nel governo del Pd rivestiranno una importante priorità, vi è quello di mettere mano a una legge che dia soluzione alla questione dell’affidamento e dell’adozione, sia nazionale che internazionale.
“Di tutte le aree deboli della società i più deboli sono i bambini. Per adottare non ci possono volere tre anni che è un tempo medio e ottimistico. C'è di mezzo troppa burocrazia. Dobbiamo capire se una famiglia che vuole adottare è credibile e attendibile. Per fare questo ci vogliono tre mesi, non tre anni”, è quanto ha affermato Walter Veltroni giorni fa, parlando ad una platea di operatori del terzo settore.
Tra gli altri impegni che il Pd intende prendere in tema di adozioni, vi è l’istituzione della figura del Garante per l’infanzia con il compito, tra gli altri, di vigilare sul rispetto dei tempi e di sanzionare i ritardi. E ancora, lavorare per sbloccare in tempi rapidi le adozioni nelle diverse situazioni ‘problematiche’, come ad esempio la Bielorussia o la Romania, attraverso nuovi accordi e protocolli internazionali. Infine, tra i punti caratterizzanti l’azione del governo del Pd in tema di adozioni, vi sarà la riduzione dei costi per le famiglie, con il raddoppio del bonus da 1.200 a 2.500 euro e l’ampliamento del sistema di deducibilità delle spese. In definitiva, il Pd intende invertire le priorità e mettere al centro l’interesse del bambino a trovare una famiglia, con tutte le garanzie e tutele del caso.

Segreteria dell'On.le Veltroni
CIRCOSCRIZIONE LOMBARDIA I Camera dei Deputati
CIRCOSCRIZIONE LAZIO I Camera dei Deputati
CIRCOSCRIZIONE CAMPANIA II Camera dei Deputati
CIRCOSCRIZIONE SICILIA II Camera dei Deputati


Nel riscontrare la vostra cortese e amara lettera, sento di condividere le vostre parole e l'accorato appello a sollevare il velo di silenzio che circonda una questione così delicata e complessa come quella delle adozioni internazionali in Bielorussia. Essendomene occupato in passato, sono al corrente degli ostacoli che si frappongono, pur in presenza del pieno rispetto della normativa internazionale in materia. Sono convinto quanto Voi della necessità che il Governo italiano assuma una posizione più risoluta ed efficace, anche in sede europea, al fine di rendere concretamente applicabili i protocolli sottoscritti tra i due Stati e rimasti praticamente sulla carta. A tal fine dovremo, tra i primi atti del nuovo Parlamento, porre la questione in modo esplicito al centro di una risoluzione che, se vorrete, potremmo predisporre insieme.
Con viva cordialità
On.le Silvano Moffa
LAZIO 1 Camera dei Deputati


Care amiche e cari amici!

Conosco molto bene le Vostre vicende e ho condiviso anch'io con Voi i problemi, le speranze e le delusioni riscontrate in particolare in questi ultimi due anni (dal 2006, da quando sono Deputato ed ho potuto seguire tutta la problematica anche dall'interno della Commisione Bicamerale per l'Infanzia).

Non appena il Parlamento sarà reinsediato, dopo le elezioni del 13 e 14 aprile, se avrò l'opportunità di essere rieletta, mi metto nuovamente a Vostra disposizione alla ricerca di una soluzione al problema Vostro e dei tanti bambini con i quali avete instaurato relazioni affettive da tempo.

Un cordiale saluto,
On.le Laura Froner
CIRCOSCRIZIONE TRENTINO ALTO ADIGE Camera dei Deputati


 

On.le D'Ubaldo (CIRCOSCRIZIONE LAZIO Senato)
On.le Rigoni (CIRCOSCRIZIONE TOSCANA Camera dei Deputati)

L'On.le D'ubaldo e Rigoni hanno espresso la massima solidarietà ed auspicano lo sblocco delle adozioni in Bielorussia.
Hanno rinviato al dopo elezioni lo studio delle azioni attuabili.



Amministrative Comune di Roma
Candidati al Comune di Roma

Dott. Gianfranco Alessio


Battaglia d'amore per i diritti dei bambini bielorussi
Sono circa 600 le famiglie italiane coinvolte per una lotta che, dal 2004, le vede impegnate per realizzare il diritto dei figli adottivi.
Sono quei bambini che vengono dalla Bielorussia e che considerano come loro vera famiglia quella italiana. Una famiglia vera che li ha cresciuti come figli veri consentendo loro di avere tutto ciò che un bambino può desiderare e che altrimenti non avrebbe mai potuto avere.

Dal calore di un abbraccio materno a quello di una casa così come i tanti amici con cui giocare e dividere l'impegno della scuola, sino alla prospettiva di un futuro con un lavoro ed una propria vita.

Tutto questo lontano da quella realtà triste che altrimenti li vedrebbe relegati all'interno di fatiscenti strutture nelle quali manca tutto e dove l'essenziale è un lusso per pochi.

Nonostante due protocolli firmati nel 2005 e nel 2007 per disciplinare la procedura di adozione di minori bielorussi, atti ufficiali che hanno ratificato la Convenzione di New York sui Diritti del Fanciullo e quella dell'Aja sulle Adozioni Internazionali, tutto è rimasto lettera morta.

Nel prendere atto di questa realtà abbiamo deciso che bisogna porre fine a questa penosa situazione, per questo motivo intendiamo impegnarci nell’inserire nei nostri programmi di politica estera la questione legata ai rapporti con la Bielorussia per ciò che concerne le adozioni internazionali.

Al di là delle mere promesse elettorali, è un nostro preciso dovere affrontare in modo concreto l'impegno di dialogo e di confronto facendo presente anche a livello europeo l'aspetto umanitario della trattativa.

La vita e le persone devono occupare una posizione centrale tra i valori, ecco perché è nostra ferma intenzione non tirarci indietro.

http://www.noipress.it/attualita/DettaglioNews.asp?ID_News=6929


Dott. Sebastiano Missineo

Roma: Missineo – I Moderati: il problema delle adozioni dalla Bielorussia

E’ ormai diventata insostenibile e apparentemente senza vie d’uscita la situazione delle 600 famiglie in attesa di sbloccare le pratiche per l’adozione dei bambini Bielorussi.

Una situazione che ha visto il coinvolgimento di più enti, governi e colori politici ma che ancora lascia nel limbo i genitori in attesa di una soluzione.

Non posso che impegnarmi per portare all’attenzione della Conferenza Stato –Città questa incresciosa situazione, in particolare per i flussi verso la Bielorussia.

Questo impegno non è solo una promessa elettorale, ma è anche una speranza di un futuro padre adottivo (che ha da poco avviato la pratica di adozione internazionale) quale io sono: e quindi non solo oggettivamente ma anche soggettivamente ed emotivamente coinvolto da questa situazione.

Penso quindi di poter garantire il mio appoggio alla Vostra causa e mi impegnerò per cercare di trovare la giusta soluzione.

Roma, 11 aprile 2008

http://www.missineo.com/LeDichiarazioni.htm