Adozioni in Bielorussia
 
HOME
CONTATTACI
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
LINK
 
 
 
 
 

Dal 24 Aprile 2009
Notizie


 

Notizie


L'arrivo del Presidente Lukashenko a Roma

ROMA, 26 APR - Alla sua prima visita ufficiale in un
Paese occidentale dopo un decennio di isolamento internazionale,
il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko - atteso a
Roma questa sera - sarà ospite domani a cena del presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi. Alla cena - si è appreso da fonti
diplomatiche - sarà presente anche il ministro degli Esteri
Franco Frattini.
Il presidente bielorusso sarà ricevuto domani alle ore 11 anche in
Vaticano per un'udienza con papa Benedetto XVI.(ANSA).

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Belarus, Roman Catholic Church may ink cooperation agreement

25.04.2009 15:47

KOMARIN, April 25 (BelTA) – The signing of an agreement on cooperation between Belarus and the Roman Catholic Church will be discussed during a possible visit of President of Belarus Alexander Lukashenko to Vatican and his meeting with Pope Benedict XVI, the head of state told media in Komarin on April 25.

There are indeed plans for the visit to Vatican, said the President. “I think it can take place. We planned such a visit. If everything goes well, we will visit Vatican,” he said.

According to Alexander Lukashenko, the church plays an increasingly active role in the country's public life. “Catholic and Orthodox believers are the two main confessions in our country. A while ago I had an extensive conversation with Patriarch of Moscow and All Russia Kirill.

We agreed about several matters which I will forward to the Pope if we meet,” said the President. “The Catholics insist that following the example of the Orthodox Church our government should sign a cooperation agreement with the Roman Catholic Church. I think we will prepare such an agreement and it might be discussed with the Pope. We have several issues the catholic church always reminds about. I know of them. We will discuss them with the Pope, too”.

The head of state added: “We will think about further top-level contacts with the leadership of the Roman Catholic Church”.

Yet Alexander Lukashenko said several issues might be discussed with the Italy leadership if the visit takes place.

The President remarked the programme of the visit is still in the works.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------

BIELORUSSIA: LUKASHENKO A ROMA DA PAPA E BERLUSCONI / ANSA
ARRIVA LUNEDI', SARA' PRIMA VISITA IN UN PAESE EUROPEO DAL 1995

(ANSA) - ROMA, 24 APR - Prima visita ufficiale in un Paese
occidentale per il presidente della Bielorussia Alexander
Lukashenko, che mette fine a dieci anni di isolamento del Paese
dell'ex Unione sovietica. Il discusso presidente bielorusso
sarà infatti a Roma lunedì prossimo, dove sarà ricevuto da
papa Benedetto XVI e in serata vedrà anche il presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro degli Esteri Franco
Frattini.


Questo primo viaggio potrebbe facilitare anche la
partecipazione di Lukashenko al vertice di lancio del
partenariato fra Ue e i Paesi dell'Est europei, previsto a Praga
il prossimo 7 maggio. Al vertice sono state invitati i paesi
dell'est Europa insieme agli altri paesi della ex Urss: Ucraina,
Georgia, Moldavia, Armenia, Azerbaigian. Ma l'invito alla
Bielorussia, considerata con il regime di Lukashenko una delle
ultime dittature in Europa per le ripetute violazioni dei
diritti umani e la repressione dell'opposizione, ha provocato
incertezza tra i 27. Alcuni Stati, secondo fonti europee,
starebbero infatti valutando l'idea di inviare al vertice
vicepremier o ministri degli Esteri invece dei Capi di Stato e
di governo. Tra questi, le stesse fonti, segnalano Germania e
Spagna.


Il presidente del Consiglio - che rappresenterà l'Italia a
Praga - sarà quindi il primo capo di un governo europeo ad
incontrare Lukashenko dal 1995, data del suo ultimo viaggio in
Francia. Da quel momento, il presidente Bielorusso, è stato
oggetto di ripetute critiche da parte di Washington e Bruxelles,
culminate nel divieto di mettere piede in territorio europeo
dopo il 2006, quando fu accusato dalla comunità internazionale
di aver truccato le elezioni che lo confermarono al potere.
Divieto che è caduto solo l'anno scorso, quando i paesi
occidentali hanno registrato dei miglioramenti negli standard
democratici in Bielorussia.


Dopo i contrasti con Mosca sui prezzi delle forniture
energetiche, Lukashenko ha cercato infatti negli ultimi due anni
di riallacciare i rapporti con l'Occidente. E la visita in
Italia potrebbe rompere l'isolamento e riaprirgli ufficialmente
le porte dell'Europa.


Anche in Vaticano, Lukashenko ha un obiettivo ben preciso: il
presidente bielorusso spera infatti che la sua udienza da papa
Ratzinger aiuti a riscaldare i gelidi rapporti tra la Chiesa
cattolica e quella ortodossa, favorendo in prospettiva un
incontro tra il pontefice e il patriarca in Bielorussia. Il
quattordici per cento dei 10 milioni di bielorussi è di rito
cattolico, una parte della popolazione che è sempre vissuta in
pace con la maggioranza ortodossa. Già lo scorso anno il
segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone, si recò
in visita a Minsk. In quell'occasione incontrò Lukashenko, che
invitò anche il Papa a recarsi in Bielorussia. (ANSA).

----------------------------------------------------------------------

 

Bielorussia/Lukashenko:Vaticano plaude nostra linea con cattolici
di Apcom

Presidente a Roma potrebbe incontrare Papa domenica o lunedì

Roma, 23 apr. (Apcom-Nuova Europa) - "Il Vaticano ha molto apprezzato la politica del governo bielorusso nei confronti dei cattolici". A dirlo è il presidente dell'ex-Repubblica sovietica, Alexander Lukashenko - dichiarato dagli Usa e dal parlamento dell'Ue "l'ultimo dittatore d'Europa" - in visita a Roma il 26 e 27 aprile, quando potrebbe essere ricevuto in udienza da Papa Benedetto XVI. "Il mio possibile incontro con il Papa riflette l'apprezzamento che la Chiesa ha mostrato nei confronti della nostra politica verso i cattolici", ha dichiarato Lukashenko nel suo discorso annuale alla Nazione. Al momento la segreteria vaticana non ha confermato un eventuale colloquio, che comunque potrebbe aver luogo domenica o lunedì. Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha invece confermato la visita nel fine settimana. "Un tempo - ha continuato - c'erano così tanti problemi tra lo Stato e la Chiesa, in primis quella cattolica. Che fine hanno fatto quei problemi ora? Non ci sono più". "La Bielorussia - ha promesso Lukashenko - diventerà un modello nei rapporti con la Chiesa cattolica ma anche Ortodossa". Lo scorso luglio, in occasione del viaggio a Minsk del Cardinale Bertone, 'l'ultimo dittatore d'Europa' aveva invitato Benedetto XVI a visitare la Bielorussia. Negli auspici di Lukashenko, un incontro con il Papa potrebbe segnare una svolta nei rapporti tra il Vaticano e Minsk.